Fermata la produzione delle monete da 1 e 2 cent

Molti utenti saranno contenti di sapere che è stata interrotta la realizzazione delle fastidiose monetine da 1 e 2 centesimi. Per legge, inoltre, i prezzi possono essere arrotondati al multiplo di cinque centesimi più vicino, per eccesso o per difetto. spiega l’Aduc, associazione diritti utenti e consumatori.

Questa situazione potrebbe generare comportamenti inusuali e, fino a poco tempo fa, nemmeno presi in considerazione. Se alla cassa ci venisse richiesto il pagamento di 35,53 euro, l’importo diventerebbe 35,50 mentre un importo di 21,57 diventerebbe 21,60. Tutti i soggetti pubblici invece forniranno i prezzi già arrotondati.

La nuova regola vale sia per i pagamenti che per gli incassi in contanti.

Va comunque considerato, oltre al fattore economico, la riduzione di monetine dal basso valore economico e dall’altro ingombro nel portafogli.

Le monetine, che resteranno in circolazione ancora per molti anni, in futuro saranno destinati ad un uso puramente legato al collezionismo.

Per quanto riguarda la praticità negli acquisti, sicuramente la possibilità di arrotondare le cifre, consentirà agli utenti una gestione economica più semplice.

Ci preme comunque ricordare che, sempre in ambito pagamenti, che vige l’obbligo per i negozi e per chiunque venda un bene o un servizio, di consentire i pagamenti con carte bancomat e carte di credito, per importi superiori ai 30 euro.

Stesso obbligo esteso da Luglio 2016 anche ai parcometri per il pagamento della sosta dei veicoli, con incertezze applicative a causa della teorica mancanza di decreti attuativi ed omologativi specifici. Risulta comunque che i Comuni stiano via via adeguando le apparecchiature e che nello stesso tempo alcuni giudici di Pace abbiano annullato verbali di mancato pagamento a causa della mancata possibilità di usare il bancomat.

La scelta del passeggino quando nasce un bambino

Nasce un bambino e si inizia sin da subito a pensare a tutti quei prodotti e accessori di cui avrà bisogno a a chissà quanto denaro occorrerà spendere durante il suo percorso di crescita.

Avrà bisogno di mangiare sano, di un’igiene sicura, di vestiti adeguati e, fino a che non sarà autonomo, di esser portato in giro a scoprire il meraviglioso mondo che lo circonda. Per la verità, mamme e nonni non badano mai a spese quando si tratta di far sentire un vero principe il proprio figlio o nipotino.

In città del sud Italia , come Palermo o Catania, si spendono fior di quattrini per vestitini, passeggini, culle e accessori di ogni genere e tipologia, pur di veder felice, sano e contento il piccolo neonato e farlo apparire un principe agli occhi degli altri.

Uno dei prodotti più richiesti, e sul quale vengono fatti investimenti importanti, e’ sicuramente il passeggino. Gli ultimi modelli sono corredati da accessori, optional e comfort vari, quasi come delle vere autovetture all’ultimo grido. Fra non molto avranno di certo anche il climatizzatore di serie.

Sul mercato di Palermo o Catania,  il Passeggino Stokke, acquistabile ad esempio da ergomodo.it , è ritenuto senza dubbi il migliore!  Tante sono le mamme tentate dall’acquisto, ancor prima che il piccolo bebè venga al mondo. Questo prodotto, in effetti, vanta numerosi pregi .

Proviamo a vederne qualcuno:

  1. Ergonomicità: maneggevolezza assoluta nella guida con scarico del lavoro della schiena e conseguente riduzione della fatica.
  2. Praticità: grazie alle sue particolari ruote si riescono a fare comodamente anche le scale ed, in questo, è l’unico sul mercato.
  3. Reversibilità: il passeggino consente di modificare la posizione del bambino da fronte mamma a fronte mondo.
  4. Altezza regolabile della seduta: consente di scegliere la posizione più comoda per il bambino durante la marcia.
  5. Comfort: è molto ben ammortizzato per affrontare le asperità del terreno.

Scegliere questo prodotto è un fatto di esigenze. Esigenze di mamma, bambino e, non ultime, dei nonni.

Se qualcuno di voi ha comprato un passeggino Stokke a Palermo o Catania e volesse contribuire con la sua opinione, lasci pure il proprio feedback!